• La Gio

La mia Malta in solitaria: cosa vedere in 6 giorni

Aggiornamento: feb 19

C’è un momento in cui nella testa scatta quella voglia irrefrenabile di conoscere nuovi luoghi, nuove persone, nuovi orizzonti. E’ in quel momento che esce la vera IO, quella parte di me che sa dare il meglio nelle ricerche e nello studio del territorio, alle scoperta di curiosità sul posto che sto andando a visitare.

In Malta ho ritrovato la vera me stessa.

Un viaggio che mi ha dato tanto, dove mi sono messa alla prova, dove ho vinto.

Anche solo la partenza rimarrà in eterno scolpita nella mia esistenza, solo qualche giorno prima del lock down, con quel “Parto o non parto?“ che mi sarò ripetuta almeno un migliaio di volte e che ancora risuona nella mia mente.

Alla fine delle varie peripezie del prima e del durante, oserei dire che è stato uno dei miei viaggi più riusciti!

Malta o la si odia o la si ama, questa era la conclusione alla quale arrivai quando ho iniziato a documentarmi su questo arcipelago, composto da 3 isole maggiori: Malta, Gozo e Comino. E alla fine vi spiegherò anche il perché.

Non vi tedierò col fatto che la struttura che avevo prenotato un'ora prima di partire mi ha scritto che non sarei stata accettata perché "sono veneta" (in quei giorni veneti e lombardi erano gli untori, ricordate?) e che nessuno il giorno della partenza, con un piede fuori e uno dentro all'aereo, mi dava informazioni (né l’ambasciata maltese in Italia, né l’ambasciata italiana a Malta, né il consolato, né l'aeroporto di destino, né la compagnia aerea stessa)… ma vi racconterò cosa mi ha colpito nei miei 6 giorni intensissimi a cavallo tra febbraio e marzo prima della pandemia che ha bloccato il mondo.

Cosa c'è di bello nell'arcipelago Maltese?


Il mare, la natura selvaggia e tanta tanta storia. E poi è un paese curioso...

..Dove qua e là si scorgono cabine inglesi rosso ferrari.


..Dove la guida è a sinistra.


..Dove tutte le chiese hanno due orologi, uno con l'ora esatta e l'altra per distrarre il "Diavolo".


E' il paese più "Gay Friendly" d'Europa, con la massima libertà di espressione, con spiagge e locali dedicati per far sentire tutti a proprio agio.


..Dove tutti i giorni a mezzogiorno risuonano i colpi di cannone, che richiamano le folle al porto da ben 4 secoli


..Dove non esistono autostrade


..Dove persino le tubature sono simpatiche!


Un Paese che è stato crocevia di molti popoli del passato, dove ognuno ha lasciato la propria impronta: Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni, Aragonesi, Cavalieri di Malta, Francesi e Inglesi.


..Dove ci sono ben due lingue ufficiali, il maltese e l'inglese.


..Dove il piatto tipico è a base di coniglio e non di pesce come ci si aspetterebbe da un'isola.

..Dove puoi immergerti nel mondo di Popeye, nel set cinematografico originario del film che è rimasto lì ad accogliere grandi e piccini.


Un luogo dove le porte sono tutte diverse, particolari, uniche, meravigliose.

..Dove si trova la Grotta di Calipso.


..Dove i colori del mare abbagliano con le loro sfumature di verde, azzurro, turchese, blu.

Un mare cristallino e limpido, racchiuso in baie splendide, contornato da rocce che cambiano colore col far della sera.

Il Paese Dolce, così battezzato per le moltissime api autoctone che producono un ottimo miele, con un nome che deriva dal greco Melita che significa appunto "dolce".


..Dove le imbarcazioni tipiche, i luzzi, placidamente punteggiano le baie osservando il mondo con il loro occhio dipinto, quello di Osiride.

..Dove con pochi euro puoi risolvere il pranzo grazie ai deliziosi "Pastizzi", lo street food per eccellenza.


..Dove i templi megalitici sono datati ancor prima di Stonehenge.


..Dove le bombe sganciate nella seconda guerra mondiale cadono in chiesa e rimangono inesplose.


..Dove ci sono ben due opere del Caravaggio.


..Dove edifici antichi si mescolano a quelli super moderni, come quello del Parlamento, firmato Renzo Piano.


..Dove dalla capitale, la Valletta, ovunque volgi lo sguardo incontri il mare.


Un Paese in cui esistono più di 359 chiese in 316 km quadrati.


..Dove ci sono 3 siti dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.


Uno degli stati più piccoli e densamente popolati del mondo.


..Dove esiste la "Città silenziosa", Mdina,

l'antica capitale pregna di storia, dove l'unico rumore è prodotto dagli zoccoli dei cavalli che guidano le carrozze.

..Dove le scogliere a Dingli s'innalzano a più di 240 m sul livello del mare.


..Dove un' unica città fortificata viene chiamata comunemente "Le tre città", la

Cottonera.


Un isola a tratti desertica, battuta dal vento che erode le scogliere e rende il paesaggio stucchevole, incredibile, da togliere il fiato per la sua semplice bellezza.


..Dove l'italiano viene insegnato nelle scuole.


..Dove non ci sono nè laghi nè fiumi.



La "Hollywood europea", dove puoi giocare a "caccia alla location", i luoghi dove sono state girate le scene di moltissimi film tra cui Game of Trones, Troy, Il Gladiatore, Il Conte di Montecristo, Travolti dal destino.


..Dove venire ad imparare l'inglese è di moda, tra migliaia di giovani che poi la sera si scatenano a San Julian e Paceville.


..Dove esiste un mare che è una piscina naturale di un azzurro accecante.


..Dove si conta il maggior numero di giornate di sole di tutta Europa.


..Dove le saline sembrano scacchiere

Un arcipelago e non isola come in molti pensano.


..Dove le città hanno almeno due nomi e altrettanti soprannomi.


..Dove il piano urbanistico stesso specificava che ogni casa avrebbe dovuto avere i propri angoli decorati e belli da vedere.

..Dove trovi la scritta EVOL che comprendi solo quando la leggi riflessa nel mare.


..Dove puoi tornare bambino giocando in uno dei primi stabilimenti di produzione di Playmobil.


..Dove incontri un'isola con soli 3 abitanti, che in estate si affolla fino a contare 2000 persone in un unico fazzoletto di spiaggia.


E poi ci sono loro, i miei preferiti, i protagonisti indiscussi: le gallarija ovvero i balconi di legno, colorati, tutti uguali e al contempo unici. Una di quelle cose che ti entrano nell'anima, che riporti a casa e non dimentichi.