top of page

Come creare un itinerario di viaggio: i passi da seguire per il tuo viaggio perfetto

Vuoi iniziare a muoverti nel mondo dei viaggi, ma non sai come farlo in autonomia?

Sei abituato a rivolgerti alle agenzie di viaggio, ma vuoi comunque costruirti un itinerario per non rischiare di perderti nulla?

Sei nel posto giusto!

cartine geografiche per creare un itinerario di viaggio perfetto

Io adoro pianificare viaggi: trovo che tutta la fase di studio, preparazione e documentazione sia interessante tanto quanto la scoperta del posto stesso. Ecco perché della mia passione ne ho fatto un hobby: aiutare gli altri a vivere l’emozione dell’organizzazione di un viaggio, per me, è come viverlo in prima persona.

Ma come creare un itinerario che ti faccia arrivare a vivere il tuo “viaggio perfetto"? Scopriamolo assieme!



INTERESSI

Cosa ti piace fare? I tuoi interessi sono il primo fattore per l’organizzazione di un viaggio: vuoi visitare una città, vedere un particolare museo, vuoi immergerti nella natura, sei a caccia di buon cibo, hai bisogno solo di sole e mare, cerchi qualcuno con cui fare amicizie... stabilisci cosa ti piace fare, cosa ricerchi quando decidi di meritarti un viaggio, una vacanza o un semplice weekend fuori porta.

lista dei tuoi interessi per creare un itinerario di viaggio perfetto
I miei interessi che mi hanno portato nel Borneo

Una volta stabilito cosa vuoi, cerchiamo il posto giusto dove vivere al meglio i tuoi interessi per trasformare un'idea in un viaggio indimenticabile.


📌 ITINERARIO

Qui comincia il divertimento: capire come muoversi e stabilire le tappe che non possono assolutamente mancare. Questa è la parte più complicata ma anche la più divertente: ci si dedica allo studio del territorio, si buttano giù idee, si cerca cos’altro c’è in zona che ci potrebbe interessare.

Si aggiungono nuovi luoghi e si pensa a come raggiungerli, si calcolano i tempi di percorrenza e quanti giorni dedicare ad un determinato luogo. Praticamente ci si immerge già nella vacanza!

Per trovare l’itinerario giusto è utile rivolgersi a chi quella zona l’ha già vista e la conosce bene. Per fortuna le informazioni oggigiorno non mancano e reperirle è assai facile. Come?

Vediamo assieme quali sono le fonti più utili per organizzare il tuo itinerario perfetto.


GUIDA CARTACEA: in primis ci si può affidare alla nostra cara, vecchia, amica carta: una guida turistica cartacea come la Lonely Planet per me è come una Bibbia: comoda, leggera, chiara e scritta da chi conosce davvero bene la destinazione scelta. Altre guide interessanti sono le Routard o quelle del Touring Club Italiano; se sei indeciso su quale acquistare puoi recarti in libreria e confrontarle tra loro: toccarle, sentirle, vederle e ..sarà la guida a scegliere te. Un altro consiglio è quello di verificare se sono disponibili presso la biblioteca della tua città in modo da poterle vedere e poi decidere se e quale acquistare.

Guide Lonely Planet

BLOG: un’altra fonte essenziale di informazioni sono i forum e i blog; il web pullula di scrittori di blog, che sono diventati delle vere e proprie guide digitali. In teoria ogni Blogger racconta la sua esperienza diretta, offrendo dritte e consigli. Ma fai attenzione: non tutti i blogger parlano di luoghi davvero “vissuti”. Leggi tanti articoli, ma fai affidamento solo su chi ti sembra abbia davvero avuto un’esperienza di viaggio come quella che vuoi vivere tu e diffida di chi ti parla “per sentito dire”.


SITI UFFCIALI: la terza fonte a cui attingere informazioni è il sito dell’ ente del turismo locale in cui vengono riportate ad esempio tutte le manifestazioni e gli eventi di un determinato Paese; la Proloco di ogni località, cerca di promuovere le attività locali e dare informazioni di pubblica utilità al turista, come orari di apertura di negozi e musei ed è una miniera d'oro per scoprire iniziative artigianali che esprimono al meglio il territorio. Nella foto vedete una semplice ricerca su Google con la parola chiave Proloco Veneto: cliccando sul portale vi sia aprirà un mondo!

come cercare siti ufficiali di promozione turistica per creare un itinerario di viaggio perfetto

SOCIAL NETWORK: immancabili! Facebook, Pinterest, YouTube e ovviamente Instagram, grazie alla loro componente visiva, ti permetteranno di “vedere” i luoghi che stai pensando di raggiungere. Un mio consiglio, tuttavia, è di non focalizzarti troppo sulle splendide foto che vedrai: la maggior parte sono foto “ripassate”, falsate nei colori o editate al computer per renderle meravigliosamente attrattive. Segui piccoli profili di persone del luogo che ti parleranno del loro mondo in maniera più semplice e veritiera. Fatti un’idea, quindi, ma non abusarne. Ti faccio un esempio in cui mi sono imbattuta proprio stamane: ho visto una foto alle Cascate del Mulino di Saturnia a dir poco pazzesca, dove una ragazza faceva il bagno in completa solitudine in uno scenario idilliaco. Ecco: sappi che il sito è sempre strapieno di persone che, come te, vorrebbero riuscire a scattare una foto, ma è praticamente impossibile, ci sono turisti ovunque! Quindi se pensi di scattare la stessa foto-ricordo del paradiso naturale incontaminato, ne rimarrai deluso (assieme alle altre 280 persone attorno a te). Ovviamente ciò non toglie che il posto sia comunque meritevole.



🌍 GEOGRAFIA

A questo punto non può mancare il nostro migliore alleato, Google Maps. Con esso riusciamo a farci un’idea delle distanze e a calcolare almeno a grandi linee i tempi per raggiungere le varie tappe. Io uso spessissimo l’opzione SALVA con “luoghi da visitare” in modo da trasportare sempre con me la mappa con tutto ciò che vorrei vedere. Con le bandierine fissate sarà tutto più semplice!

Mappa di Google per gestire un itinerario di viaggio perfetto
Alcuni posti che voglio visitare in Portogallo

🚃 MEZZI di TRASPORTO

Ti piace essere autonomo o preferisci i mezzi pubblici? Soprattutto se parliamo di un viaggio itinerante è molto importante questo aspetto: un mezzo proprio permette di avere la libertà di muoversi come e quando ci pare, di contro alza notevolmente il budget (se si parla ad esempio di un auto a noleggio). Con i mezzi pubblici ci sono tempi più lunghi e si è necessariamente legati agli orari e alla frequenza delle corse, ma il plus è quello di vivere esperienze più economiche e utili a mescolarsi con altre culture e abitudini: hai mai preso un collettivo in Messico? Provare per credere (clicca qui).

🏕️ DOVE DORMIRE:

Per la buona riuscita di un viaggio, ogni tanto ci si deve pur riposare! Che sia un viaggio 'zaino in spalla' o che si scelga di voler star spaparanzati a bordo piscina in un hotel di lusso, la scelta dell’alloggio è un elemento fondamentale. Qui torna alla ribalta la nostra guida cartacea o il nostro blogger di fiducia: in base alle nostre possibilità economiche è importante scegliere una struttura che ci offra quello che stiamo cercando. Nel caso del backpacker sarà prioritario il prezzo per un letto o l’uso della cucina; se opti per un appartamento in cui prevedi di passare parecchio tempo, assicurati che sia provvisto di tutto ciò che reputi utile come il phon, il ferro da stiro, la lavatrice; nel caso si stia cercando un hotel di lusso, cerca i plus che la struttura offre, come il servizio baby-sitter, l'animazione, il numero di ristoranti, etc.

Grazie a Internet il panorama ricettivo di ogni angolo di mondo, ormai, è alla portata di tutti; il mio consiglio è quello di confrontare le tariffe partendo da motori di ricerca e poi, volendo, provare a contattare direttamente la struttura per capire se ti può offrire un prezzo migliore prenotando direttamente o per chiarire eventuali dubbi.

Io mi appoggio sempre a Booking,com e AirB&B per trovare le sistemazioni al miglior prezzo; si possono scaricare gratuitamente le applicazioni sul telefono e grazie alle descrizioni dettagliate dei servizi di ogni struttura e alle foto presenti si posso capire se camere, bagni e spazi comuni sono adatti a me e soprattutto posso leggere le utilissime recensioni di chi c’è stato prima.



🥗 DOVE MANGIARE

Stabilirlo a priori non ne vale la pena (a meno che non ve lo abbia già consigliato qualcuno): la consulenza più importante sul dove mangiare arriva sicuramente dalla gente del posto. Quando sarai a destinazione, ferma un passante e chiedi direttamente a lui, se è della zona, dove va a mangiare quando non mangia in casa.

Diffida di pubblicità sui volantini e flyers turistici che si trovano in ogni dove: le attività pagano per essere pubblicizzate tra “i migliori ristoranti di..” quindi non è detto che lo siano davvero. Ricorda che l’esperienza diretta delle persone, il passaparola, è sempre il metodo migliore per farsi conoscere. Quindi anche in questo caso dovrai cercare di capire dove mangiare da un “local” o da chi ci è stato prima di te.


📌 COSA VEDERE

Oltre ai propri interessi principali, il mio motto è "siate curiosi e approfondite il luogo che state andando a visitare: potreste scoprire attività interessanti a cui non avevate mai pensato". Solo informandoti prima potrai cogliere aspetti di un luogo che altrimenti rimarrebbe esplorato solo in parte. Se il tempo è poco, ad esempio, per visitare una città puoi affidarti a tour organizzati (in alcuni casi anche gratuiti, chiedimi per maggiori info) oppure ove possibile sfruttare i bus City Sightseeing con la formula Hop-On Hop-Off che permettono di salire e scendere per un numero illimitato di volte e visitare le varie attrazioni.

creare un itinerario perfetto

🧭 METEO:

Per un itinerario perfetto, non sottovalutare il fattore “tempo”: ogni Paese ha le sue stagioni.

Se vuoi andare dall’altra parte del mondo, informati prima sulle stagioni delle piogge o dei tifoni: nel sud est asiatico, ad esempio, tra maggio ed ottobre ci sono i monsoni, quindi la stagione delle piogge. Potresti avere la fortuna di avere giornate splendide, ma sarà sicuramente più facile imbatterti in tanta, tanta pioggia: forse non vale la pena cambiare destinazione per questo motivo, ma devi essere consapevole che se il tuo intento è quello di prendere il sole su una spiaggia bianca e perderti nell’azzurrità del cielo e del mare.. potrebbe non succedere!

Spiaggia del Madagascar
Il Madagascar, da aprile ad ottobre è il top

⚠️ASSICURAZIONE VIAGGIO

Non è obbligatoria, ma altamente consigliata, soprattutto se decidi di andare in USA o in Paesi extraeuropei: stipulare un’assicurazione che copra la parte sanitaria ti permetterà di viaggiare serenamente e, qualora dovesse malauguratamente capitarti qualcosa, avere indicazioni di come muoverti. Ce ne sono di vario tipo, e personalmente consiglio, qualora tu decida di sottoscriverne una, di prenderla il più completa possibile che copra cioè annullamento del viaggio, cancellazione del volo, malattie, spese sanitarie e rientro della salma (fa un po' impressione, lo so, ma hai idea di quanto costi il rientro della salma da un paese straniero?).

Ci sono moltissime compagnie assicurative, puoi cercare nel web quella che ha recensioni migliori.

date e punti fissi

IL VIAGGIO PRENDE FORMA

Stabiliti un po' di punti fissi, ti consiglio di segnare su un foglio (io sono ancora legata alla carta, ma ovviamente può andar bene anche un file excell) i giorni a disposizione e i punti che assolutamente vuoi vedere. Calcolando quindi a grandi linee i tempi di percorrenza per raggiungere le varie località, stendi il tuo programma. Fai attenzione ad orari e giorni di chiusura delle attrazioni che desideri vedere, magari appuntandoli a lato.

Segnati “attrattive extra” in zona: sulla carta magari capirai che non sarà possibile visitare tutto, ma quando si è in viaggio non si sa mai come vanno le cose: imprevisti o colpi di fortuna sono sempre dietro l’angolo e quindi avere una serie di piani B fa sempre comodo.

 

✍️ Visita alla scuola

✍️Piano B - museo del folklore

 
Itinerario con appunti

Una volta che l’itinerario è stabilito, però.. Ricordati sempre che il viaggio te lo devi godere: non affannarti a correre a destra e a manca per riuscire a vedere tutto ciò che ti eri prefissato: spesso è meglio rinunciare a qualcosa per godersi appieno qualcosa altro e soprattutto.. non dimenticare che una delle cose più belle che possa accadere durante una vacanza è perdersi! Tra i vicoli di un borgo, tra le bancarelle di un mercato, assaporando una giornata di mare stesi sulla sabbia a prendere il sole, fermarsi a parlare con il vecchietto che sta seduto sulla panchina ad osservare il mondo che gli sfila davanti, scoprire angoli suggestivi.


Antica giostra scoperta in un angolo rurale in Veneto
Angolo scoperto per caso in un vecchio casolare

Ci sono molti altri consigli utili ad organizzare in autonomia il tuo itinerario di viaggio ed io sono qui per fornirteli. Scrivimi!

E non dimenticare che ci sono dei piccoli “trucchetti” che ti posso insegnare per avere qualche sconto o per vivere un’esperienza autentica nei posti che ho avuto modo di visitare nei mie 25 anni di viaggi nel mondo.


Se hai trovato utile il mio articolo, fai un click sul cuoricino rosso in basso. Alla prossima!

Post recenti

Mostra tutti

2 Comments


La Gio
La Gio
Jun 21, 2021

Grazie cara per il tuo apprezzamento. Hai perfettamente ragione, anche i social sono molto utili per scoprire posticini interessanti. L'importante è non crearsi aspettative troppo alte con le foto “strafantastiche". Credo che seguire i "locals“ o le persone che un posto lo conoscono davvero, risulti molto utile. Sulle Canarie, ad esempio, io non ho dubbi 😀!

Like

Un articolo super completo, brava Gio! Concordo pienamente sulla sezione dei social😊 non bisogna basarsi solo sulle foto social! Anche perché al giorno d’oggi esistono app editing foto dove puoi eliminare le persone nella foto che non vuoi che appaino nello scatto...un trucco efficace usato da tanti influencers per foto fiche in luoghi super frequentati dai turisti! I social sono comunque utili, Ig lo uso molto, soprattutto la voce luoghi che ti permette di vedere foto e post di luoghi vicini alla location dove ti trovi. Quando ho scoperto questo “trucco” mi ha aiutato a scoprire un sacco di locations che non avrei mai scoperto da sola!

Like
bottom of page